Vai al contenuto

Fitte orecchie, raffreddore, sinusite cronica e aereo rimedi

    Sinusite Cronica e aereo

    Volare con la sinusite cronica in aereo o il raffreddore in corso, può essere un incubo soprattutto in fase di decollo e atterraggio. Vediamo come tamponare il problema ed evitare il disagio dei dolori facciali o che si irradiano all’orecchio.

    Qualche giorno prima di partire, valuta una terapia d’urto per decongestionare il più possibile le vie aeree e, in caso di sinusite cronica, valuta, con il tuo medico, l’uso dei corticosteroidi per ridurre l’infiammazione.

    Durante il volo prendi in considerazione l’uso di un dilatatore nasale: cerotti o dilatatori di gomma e porta con te dei decongestionanti nasali idonei da portare a bordo. Anche dei tappi delle orecchie specifici per il volo possono aiutare ad evitare le fitte.

    Indossa un capello per evitare che l’aria condizionata ti arrivi direttamente in testa e sul volto. Per quel che puoi cerca di mantenere i seni paranasali umidi applicando un gel nelle narici. Consiglio il gel aloe con me funziona, non mi si secca il naso.

    Come proteggere le orecchie in aereo

    Come proteggere le orecchie in aereo

    Come proteggere le orecchie in aereo

    Per proteggere le orecchie in aereo valuta dei tappi delle orecchie specifici per il volo come questi in vendita su Amazon.

    sinusite aereo

    Fitte a occhi, male alle orecchie e dolori lancinanti alla testa sono per lo più dovuti ad una sinusite cronica o raffreddori in corso, qualsiasi disturbo che blocchi le vie respiratorie probabilmente creerà dolore in volo rendendo il viaggio tutt’altro che piacevole. Questi dolori, o fitte, sono causati dai cambiamenti di pressione durante il decollo e l’atterraggio.

    Porta con te delle caramelle emollienti o balsamiche come queste da succhiare lentamente in fase di partenza e atterraggio.

    Come soffrire meno l’aereo?

    In breve, ecco di cosa potresti aver bisogno per soffrire meno durante il volo aereo per minimizzare i disturbi più comuni:

    Mal d’orecchio in aereo? Masticare chewing gum può aiutare e usa dei Tappi per le orecchie specifici per voli aerei: facilitano l’equalizzazione della pressione in aereo.

    NAUSEA? Prova della gomme da masticare Anti-Nausea come queste che non inducono sonnolenza (testale in auto prima del volo).

    MAL DI TESTA E OCCHI SECCHI IN AEREO? Usa un collirio specifico: l’aria condizionata secca gli occhi la quale potrebbe essere un fattore scatenante del mal di testa da viaggio.

    Calze a Compressione Graduata: soprattutto per viaggi medio-lunghi o/e per evitare PROBLEMI CIRCOLATORI.

    4. EVITARE IL MAL DI GOLA DA AEREO: assumi durante il volo Liquirizia o caramelle emollienti con un potere antivirale come la propoli (io uso queste). Copriti il naso e la bocca con una Bandana Sciarpa come questa.

     

    Raffreddore e mal di testa in aereo

    1. Cappello: da non sottovalutare il potere miracoloso del cappello con visiera. Protegge dall’aria che ci arriva addosso dai bocchettoni aperti sopra la nostra testa.

    2. Bocchettone dell’aria condizionata chiuso e/o che non punti diritto sulla testa, orecchie… Sciarpa, più o meno leggera, da tenere al collo.

    Mal di gambe e mal di schiena in aereo 

    Personalmente non ho problemi circolatori, non mi si gonfiano le gambe né mi fanno male dopo un volo aereo ma se il tuo caso fosse diverso, se il volo è lungo o prendi spesso voli aerei, ti consiglio vivamente di non sottovalutare questi aspetti e adottare 2 semplici accorgimenti:

    1. Calze graduate specifiche 
    2. Comprare il posto aereo in prima fila. 

    Prenotare il posto davanti, in prima fila, ti permette di stare in piedi senza dare fastidio alle hostess che passano continuamente in corridoio con il carrello (soprattutto se prendi voli low cost come Ryanair).

    Muoversi o alzarsi spesso dalla seduta, anche per pochi minuti, porterà i suoi vantaggi.

    Stare in prima fila sul lato sinistro dell’aereo ti permetterà anche di allungare le gambe comodamente. Non c’è bisogno di fare chissaché, è sufficiente alzarsi e spostare il peso del corpo dal tallone alla punta del piede o ruotare la caviglia in modo da favorire la circolazione sanguigna.

    Disclaimer: Questo articolo riporta esperienze personali a mero titolo informativo. Non è destinato a fornire diagnosi, trattamenti o consigli medici. Le informazioni lette, non devono essere considerate sostitutive del parere di un operatore sanitario.

    prenota parcheggio auto aeroporto

    Articoli correlati:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Sommario